Spesso non sappiamo a quando risale, com’è stato progettato, con quali materiali è stato realizzato e, soprattutto, se è a norma… Eppure la legge richiede dei formali attestati che ne certifichino la rispondenza alla “regola dell’arte”. Scopriamo quali sono e in cosa consistono.

 

Sarà perché l’acqua fa meno paura del gas e dell’elettricità o sarà per la (errata e) comune convinzione che non ci si debba attenere a severe norme di sicurezza per la semplice installazione di rubinetti e tubazioni idriche, ma il fatto è che, tra tutti gli impianti domestici, quello idraulico è da sempre il più trascurato sotto il profilo progettuale e normativo… tanto che, spesso, è solo al verificarsi dei temutissimi danni (con le conseguenti spese inattese!) che ci accorgiamo di non avere la benché minima idea di come sia fatto! Un trend negativo a cui la legge 46/90 e il Decreto Ministeriale 37/2008 hanno cercato di porre rimedio da anni, imponendo a tutti noi sia di seguire delle regole dettagliate in fase di progettazione e messa in opera di un nuovo impianto, sia di farsi certificare il lavoro eseguito con un attestato noto come Dichiarazione di Conformità.

L’obiettivo è quello di garantire che l’impianto sia in possesso di tutti i requisiti richiesti dalle norme tecniche e dalla legislazione di settore e che in definitiva l’impianto soddisfi i criteri essenziali di sicurezza e di tutela della salute.

Chi rilascia la certificazione dell’impianto?

La certificazione impianto di condizionamento va rilasciata a fine lavori per ogni singolo impianto, non solo al momento dell’installazione ma anche nel caso in cui sullo stesso impianto venga eseguito un intervento di manutenzione straordinaria o una ristrutturazione.

A rilasciarla deve essere un tecnico iscritto all’albo e in possesso dei requisiti previsti dal D.M 37/2008.

Certificazioni caldaie a condensazione

Richiedi la certificazione della tua caldaia a condensazione per accedere alle detrazioni

Certificazioni collettori solari termici

Richiedi la certificazione della tua caldaia a condensazione per accedere alle detrazioni

Certificazioni pompe di calore

Richiedi la certificazione della tua caldaia a condensazione per accedere alle detrazioni

Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico e idrico

Richiedi la certificazione della tua caldaia a condensazione per accedere alle detrazioni

 

Azienda certificata F-GAS

Sai che ci sono multe per il proprietario di un impianto che affida i propri impianti di climatizzazione ad un tecnico o una azienda non certificata?

PERCHE’?

Semplice: perché il gas refrigerante con cui funzionano i climatizzatori, è molto dannoso per l’ambiente se rilasciato nell’aria (effetto serra).

 

Per questo l‘Unione Europea sta cercando di limitare e controllare l’uso del refrigerante anche attraverso la qualificazione dei tecnici che operano sui climatizzatori.

Funziona come quando andiamo dal medico e pretendiamo che, come minimo, sia laureato e specializzato.

Stessa identica regola nel settore della climatizzazione, per evitare che persone e aziende improvvisate possano installare e mettere mano sugli impianti di climatizzazione.

 

Molti non sanno che per mettere le mani su un qualsiasi impianto di condizionamento già esistente bisogna per legge (D.P.R. 43/12) essere una azienda certificata F-GAS.

 

Cosa significa ‘Certificata F-GAS’?

Significa che il personale e l’azienda di manutenzione sono provvisti di Patentino F-Gas rilasciato a seguito di un esame teorico-pratico. Il patentino attesta che il tecnico è in grado di manipolare correttamente i refrigeranti contenuti sugli impianti.

 

Adesso starai sicuramente pensando:

“Ma come faccio a sapere se il mio idraulico/installatore di fiducia è certificato F-GAS ?”

MOLTO SEMPLICE!

A questo indirizzo puoi controllare direttamente Tu se il personale e le aziende sono effettivamente certificate.

http://www.fgas.it

Scopri se la Serteca Installa lo è!

 

Inoltre le aziende certificate F-GAS sono le uniche che autorizzate a rilasciare tutta la documentazione allegata dell’impianto:

  • Dichiarazione conformità,
  • Libretto impianto climatizzazione,
  • Registro apparecchiatura,
  • Iscrizione registro ISPRA.

Tale documentazione, sarà obbligatoria in caso di affitto o vendita dell’immobile…quindi non trascurarla!

Quindi prima di affidarti a chi capita, guardando solo il prezzo, tieni nel giusto conto le multe a cui vai incontro!

Segui il nostro consiglio: Affidati solo ad aziende certificate F-Gas.

 

Richiedi la tua certificazione.